Inattiva (generazione persa) video dance version

01.jpg

 http://kurtigghiu.myblog.it/media/01/00/639055225.mp3Inattiva (generazione persa) album version

A casa di un amica: Era il 1993, complici un radioregistratore e una delle solite discussioni familiari.Il tutto registrato “simpaticamente” su cassetta, all’insaputa della madre.Dal registratore a casa mia il passo fu breve, anzi brevissimo.Di certo la cara professoressa non avrebbe mai immaginato che le sue parole sarebbero finite a tempo di techno e che avrebbe allietato le nostre serate tanto criticate da lei stessa. Inattiva non è altro che una generazione di giovani “campati” dai genitori che pensa solo a divertirsi e a non prendersi nessuna responsabilità. Mi spiace per lei, ma il tempo non le ha dato ragione (o magari in parte), anzi, l’unico dato certo sarà proprio l’incomprensione intergenerazionale ancora attuale.Due anni fa, riascoltando la versione del ‘95, decisi di rifarle un vestito nuovo cercando di mantenere il più possibile l’idea originale e tenendo conto dell’uso e abuso delle voci campionate ossessive-insopportabili che andavano tanto di moda agli inizi degli anni 90. Una volta creata una base totalmente inedita, pensai di sdoganare definitivamente questo puro “delirio” e così, con l’aiuto di un video di Fat Boy Slim e una serie di luoghi comuni su nuovi simboli giovanili, ho realizzato questo video (anche in versione karaoke) in puro stile “gggiovane-sonotropposerio”. E’ inutile soffermarsi su quello che dice e come lo dice, anche perché qualsiasi aggettivo risulterebbe riduttivo nel descriverla. Il fatto che fossi io e i miei amici i protagonisti del suo saggio di sociologia non è stato poi così determinante per la realizzazione di questo remix …o lo è stato? 

     

inattiva: il video e la versione karaoke

02.jpg

Per finire

Inattiva (generazione persa): B SIDE

 http://kurtigghiu.myblog.it/media/01/00/1142365589.mp3

 

 

HAPPY 2010 TO ALL – BUON ANNO A TUTTI ………… recently (deca-dance o decadenz) 2000 – 2009

Recently (by kurtigghiu).jpg

Mai come oggi Decadenza o Deca dance (parola abusata abbondantemente) sarebbe il sottotitolo più appropriato per questo megamix.  

Forse il termine non brillerà per originalità, ma, per rappresentare i primi 10 anni di un periodo piuttosto confuso, sotto qualsiasi aspetto, non bisognava andare per il sottile.

In un epoca dove regna l’approssimazione, dove si ha la percezione che tutto sia stato già fatto e dove tutto scorre in una apatia generazionale allarmante, fermarsi ad analizzare questo decennio musicale può sembrare un tantino pretenzioso …e infatti non lo farò.

Posso solo dire che, probabilmente, fino a 20 anni fa, la musica dance riusciva a sottolineare

e ad anticipare i gusti della società, segnando, di anno in anno, importanti cambiamenti

che, successivamente, avrebbero influenzato anche altri stili musicali: oggi non si può certo parlare di innovazione o sperimentazione.

Ascoltando un pezzo del 1969 e uno del 1979 ci si accorge subito dell’abissale differenza, al contrario, se accostiamo un brano del 1999 e uno del 2009 le differenze stilistiche si distinguono a stento.

E’ ovvio che con questo non si vuole generalizzare, anche perchè “c’è sempre chi fa la differenza”

Detto questo, il megamix non vuole e non può essere nulla di rappresentativo, ma solo un gioco di tagli e intrecci dove i pezzi, più o meno famosi di questi ultimi 10 anni, si incontrano e si scontrano con citazioni e frammenti anni 80 e 70.  Del resto, la musica “recente” vive soprattutto di questo, di sonorità già sentite e digerite.

E’ anche vero che oggi, avendo una disponibilità “spasmodica” di musica,

soprattutto grazie alla rete, il rischio di trascurare chi non lo merita è inevitabile.

Infatti la cosa più difficile è stata selezionare i pezzi migliori e più rappresentativi.

Diciamo che ho preferito farmi guidare dall’emozione e dall’aspetto puramente tecnico

o, ancor meglio, ho scelto semplicemente “quello che mi pare e piace”, senza nessuna costrizione.

Questo megamix realizzato (a tempo perso) tra il mese di Settembre e Dicembre 2009 comprende, ovviamente, brani risalenti all’ultimo decennio con tante eccezioni “discutibili”.

Se qualcuno di voi ha voglia di lasciare un commento può farlo,

in caso contrario …amici come prima.

Kurtigghiu

  

Due frammenti a casaccio (dalla 49)

http://kurtigghiu.myblog.it/media/02/00/107064491.mp3